Qualcosa si muove nel progetto di trasferimento delle Facoltà scientifiche della Statale

Dopo mesi di apparente stallo, una lettera del Rettore Elio Franzini pone le basi dei prossimi passaggi del trasferimento delle Facoltà Scientifiche ad EXPO e la nascita del terzo polo a Città Studi ()

12234906 1643570995896170 3067714252350945220 n
Il Rettore dell'Università Statale di Milano ha inviato una lettera indirizzata tutto il personale dell'Università. In questa lettera, a parte le importanti notizie riguardo agli aspetti finanziari dell'accordo tra Statale e Lendlease per MIND (Milano Innovaction District nell'area ex EXPO), c'è la prima ufficializzazione della nascita del terzo polo nell'area di Città Studi.
Franzini mette quindi le basi per la nascita di un ateneo tripolare in cui i tre poli abbiano pari dignità. Nella lettera scrive "Il Polo Gemello sarà invece strumentale per una acquisizione dei risultati della ricerca, la loro archiviazione protetta e sicura come base per l’analisi computazionale e la valorizzazione. Tale attività richiederà una collaborazione fattiva con grandi aziende del digitale, che accompagneranno l’Ateneo in tutte le fasi della digitalizzazione nonché nella integrazione dell’intelligenza artificiale nei progetti di interesse non solo scientifico, ma anche umanistico, ponendo la Statale al centro di una visione strategica per tutta la Regione."
Il polo di Città Studi sarebbe dedicato alle scienze computazionali ed affiancherebbe la Facoltà di Beni Culturali per cui era già stato deciso lo spostamento nell'area che era di agraria.
Non è certo il progetto firmato da molti docenti di Matematica, Fisica ed Informatica per un polo di Scienza Dure, ma almeno parte da un progetto scientifico vero e proprio , cosa che, invece, non è così delineato nel progetto MIND.
La paura dello spopolamento delle aree delle facoltà scientifiche della Statale viene quindi ridimensonato, anche se non del tutto risolto.
Ad oggi sappiamo che, a parte la nuovissima Facoltà di Informatica, la nascita del Polo di scienze computazionali dovrebbe occupare l'edificio della cosiddetta 'Balena Bianca' di via Golgi (tra l'altro su cui esiste un vincolo architettonico), inoltre le torri della Facoltà di Biologia, anch'esse vincolate, dovrebbero essere riutilizzate quali studentati. Ed il resto?
Intanto Franzini comincia a muoversi per cercare alleati sul progetto e già spuntano nomi quali Telecom. Di oggi un articolo del Giorno proprio su questi primi contatti.



Commenta

 
 Rispondi a questo messaggio
 Nome:
 Indirizzo email:
 Titolo:
Prevenzione Spam:
Per favore, reinserire il codice riportato nell'immagine.
Questo codice serve a bloccare i tentativi di inserimento automatici.
CAPTCHA - click right for audio Play Captcha